• Marzia

Un tè con la Psichiatra: chiacchiere con gli Autori



Quando termino un libro che ho apprezzato, che mi è piaciuto, che mi ha colpito, mi domando sempre: chissà chi lo ha scritto!


Non mi basta conoscere il nome dello scrittore. No, un nome senza una storia non dice nulla.

Io ho sempre desiderato scoprire chi c’è dietro quel nome.

Quali pensieri, quale personalità, quali ambizioni hanno portato un uomo (o una donna) a mettere sulla carta una storia? E perché proprio quella storia?


La mia è una curiosità innata verso le persone e il loro personale e unico mondo.

È il desiderio di osservare da vicino questo mondo che ha guidato la mia scelta professionale ed è per il rispetto e il fascino per ognuno di questi mondi che ancora oggi amo il mio lavoro, sono grata a tutti i racconti di vita che mi hanno immensamente arricchita e, senza alcun dubbio, posso affermare di svegliarmi la mattina felice di andare a fare esattamente quello che faccio.


Ecco perché di un libro mi interessa anche la sua gestazione!


Qualche tempo fa ne parlavo con un’amica, le dicevo che c’erano aspetti di alcuni romanzi che mi tormentavano...Perché quello scrittore ha scelto quell’ambientazione? Perché quell’altra scrittrice ha inserito un elemento apparentemente superfluo nel suo romanzo? Perché J. K. Rowling ha fatto morire Silente?

Quale animo si nasconde dietro alla copertina di un libro? Che tipo di persona? La mia amica mi ha detto: vai, siiii, bellissimo!! Devi assolutamente intervistare gli Autori nel tuo modo psichiatrico!!

Questa rubrica è nata così. Grazie alla mia curiosità, alla mia amica Alice e agli Autori che accetteranno di bere un tè raccontandomi qualcosa del loro mondo.







76 visualizzazioni1 commento
 

Modulo di iscrizione

©2019 di Un libro, una tazza di tè e il camice bianco. Creato con Wix.com