• Marzia

Publisher - Alice Di Stefano




Publisher è il ritratto ironico e spiazzante di un editore visto con l’occhio divertito di un’osservatrice d’eccezione. Ma la storia di quest’uomo e della sua caparbia intraprendenza è anche lo specchio di una generazione che è riuscita a farsi da sola e uno spaccato del mondo editoriale negli anni d’oro prima della crisi. Un uomo, una donna: tre anni di passione, litigi, viaggi nonché grandi successi per la casa editrice di lui. Gli avvenimenti di un periodo particolarmente felice sono l’oggetto di questo libro che, attraverso una scrittura veloce e piena di humour, traccia la vicenda di un uomo controcorrente, tenacemente sui generis. Grazie a digressioni e continui flash back, tuttavia, è ricostruita qui l’intera vita e carriera del “Publisher”, che, partito da un paesino nelle Marche, dopo una fase di apprendistato a Manchester e poi a Londra, diventerà in poco tempo il protagonista di una parabola ascendente e fortunata con la fondazione di ben due società tra cui la nota casa editrice. A venir fuori, in tutta la sua esuberanza, è un personaggio sfrontato, dal carattere impossibile, a volte tenero (a volte meno), un po’ guascone, in una parola irresistibile, che, passando con disinvoltura da un ambiente a un altro (grazie alla sua doppia attività e a una naturale, caparbia intraprendenza), finirà per conoscere tutte le figure chiave degli ultimi decenni. Un personaggio positivo, nonostante i difetti, che l’autrice di questa commedia (e protagonista insieme a lui per un gioco metanarrativo condotto abilmente sul filo dell’autofiction) ha voluto descrivere nei minimi aspetti del carattere, per un racconto pieno di verve e divertentissimo non privo di gustosi retroscena sul mondo dell’editoria.


Ho scoperto il libro di Alice Di Stefano grazie ad un’amica che lo ha segnalato su Twitter qualche giorno fa. 

Conoscevo Alice in veste di Editor di Fazi e, nello specifico, per me lei era l’Editor di un libro semplicemente meraviglioso (La Manutenzione dei Sensi di Franco Faggiani). Non sospettavo che Alice fosse anche molto altro e, in considerazione del mio obiettivo di diventare una grande influencer di libri, se lo avessi immaginato forse mi sarei risparmiata di taggarla in imbarazzanti post nei quali raccontavo di aver sognato di stalkerarla per dirle quanto fosse bello il libro di Franco Faggiani. Ma tant’è. Ormai è fatta e posso solo confidare nell’oblio. 

Ora, tornando al suo libro, per onestà intellettuale, devo confessare di avere una insaziabile curiosità per le vite altrui (infondo su questa cosa ci ho costruito una gratificante carriera) e le piccole ossessioni, le abitudini, lo stile di vita, le relazioni, le amicizie mi elettrizzano letteralmente e le considero una grande opportunità di apprendimento antropologica e sociale. 

Publisher è una biografia che ingloba una autobiografia o viceversa, fatto sta che racconta la vita di Elido Fazi, l’Editore. È talmente ricco di materiale informativo da essere assimilabile ad un lavoro peritale ed è semplice per me arrivare a conclusioni psicodiagnostiche. 

Naturalmente, per non giocarmi subito il brillante futuro da book blogger che mi sono imposta ;), eviterò di svelare qualsivoglia opinione professionale sui protagonisti e mi limiterò a dire che il libro è divertente, che di Fazi traspare il grande carisma e che trovo spassoso il suo essere sopra le righe. Immagino che sia difficile lavorare con personalità così ingombranti ma evidentemente sono un filino masochista perché, nella mia vita, sono le persone che ho trovato più stimolanti e per le quali nutro sempre particolare stima. 

Alice evidentemente condivide con me questo tratto caratteriale perché un personaggio "ingombrante" l’ha conosciuto, l’ha sposato e non si è limitata a scrivergli uno sdolcinato bigliettino a Natale o una romantica lettera a San Valentino. No. 

Lei gli ha scritto un libro. Un libro dal quale si evince una profonda conoscenza dell’uomo che le sta accanto, dal quale traspare ammirazione e dedizione, un libro che, presumo, avrà fatto intimamente gongolare Fazi fino al midollo ma, probabilmente il Publisher, non lo ammetterà mai! 

Alice racconta del loro primo viaggio insieme e di quelli che sono seguiti, degli Hotel di lusso e degli ambienti altolocati che lei, docente a contratto, non frequentava e che guardava inizialmente con critica curiosità, dei personaggi che popolano il mondo dell'editoria, delle sue difficoltà con l'inglese, dell'energica vitalità di Fazi, della loro cultura e delle loro passioni comuni. Ci presenta anche una descrizione più intima e umana dell'Editore e di se stessa e nel complesso si percepisce l'intento di voler avvicinare i lettori al loro mondo personale ma soprattutto professionale, strada che Fazi intraprende con successo anche nell’utilizzo dei social e che a mio avviso è estremamente apprezzabile. 

La scrittura di Alice è deliziosamente ironica, armoniosamente tagliente e amorevolmente feroce. Il ritmo è veloce, non annoia mai.

Go Ahead Alice! 



Editore: Fazi Editore

Collana: Le strade

Anno edizione: 2013

Pagine: 377

EAN: 9788864116341

Prezzo: 12,38


#FaziEditore #Publisher #Recensione

0 visualizzazioni

©2019 di Un libro, una tazza di tè e il camice bianco. Creato con Wix.com