• Marzia

Nel cuore della notte - Rebecca West





È trascorso qualche anno da quando abbiamo salutato la famiglia Aubrey. Le bambine non sono più tali: i corsetti e gli abiti si sono fatti più attillati, le acconciature più sofisticate; l’ozio delle giornate estive è solo un ricordo. Oggi le Aubrey sono giovani donne, e ognuna ha preso la sua strada: le gemelle Mary e Rose sono due pianiste affermate e vivono le difficoltà che comporta avere un talento straordinario. La sorella maggiore, Cordelia, ha abbandonato le velleità artistiche per sposarsi e accomodarsi nel ruolo di moglie convenzionale. La cugina Rosamund, affascinante più che mai, lavora come infermiera. La madre comincia piano piano a spegnersi, mentre il padre è sparito definitivamente. Poi c’è lui, il piccolo Richard Quin, che si è trasformato in un giovane seduttore brillante e, sempre più, adorato da tutti. La guerra, che piomberà sulla famiglia come una catastrofe annunciata, busserà anche alla sua porta, e sconvolgerà ogni cosa. Mentre l’Inghilterra intera è costretta a separarsi dai suoi uomini, l’universo delle Aubrey si fa sempre più esclusivamente femminile: gli uomini e l’amore rimangono un grande mistero, un terreno inesplorato da attraversare, pagine ancora tutte da scrivere che, forse, troveranno spazio nel prossimo volume di questa appassionante saga familiare. Dopo La famiglia Aubrey, Nel cuore della notte è il secondo capitolo della trilogia di Rebecca West.


È da oggi in libreria “Nel cuore della notte”, il secondo capitolo della saga familiare di Rebecca West. Ho sviluppato una vera ossessione per le vicende della famiglia Aubrey e se non mi “uscite” subito il terzo volume faccio una strage. 

Adesso che finalmente anch’io ho utilizzato la nuova licenza letteraria della Crusca e che per questo mi sento più appagata e serena, posso parlarvi un po’ del libro. 


Tra queste pagine ritroviamo i componenti della famiglia Aubrey a distanza di qualche anno, quando i figli sono ormai giovani adulti che si affacciano al mondo con uno sguardo sempre più maturo. Il padre, subissato dai debiti, abbandona tutti e fa perdere le proprie tracce; la madre perde il proprio ruolo di sostenitrice ed è come se abdicasse consapevolmente da ogni funzione. 

Attorno al nucleo familiare che diventa sempre più al femminile, gravitano diversi personaggi ognuno dei quali trova incastri perfetti nell’ambito della storia. 

Il ritmo è quello a cui la West ci ha abituati, lento, quieto, docile. Gli avvenimenti scorrono, scivolano l’uno sull’altro in un continuum delicato e sempre molto dettagliato. 


Ho amato profondamente tutte le ricche descrizioni dei personaggi e dei luoghi, quell’incedere elegante che tanto si discosta dal ritmo veloce tipico dei nostri tempi. 

È un romanzo d’altri tempi, ossigeno per chi , come me, trascorre le giornate in un vortice frenetico di impegni. 


Se lo consiglio? Altroché! Direi che, in quanto medico, lo prescrivo! ;) 



Editore: Fazi Editore

Traduzione: Francesca Frigerio

Pagine: 406 

Prezzo: 20 euro 

EAN: 9788893255424 

3 visualizzazioni
 

Modulo di iscrizione

©2019 di Un libro, una tazza di tè e il camice bianco. Creato con Wix.com